Brunetta Smart Working – Perchè si sbaglia a screditarlo!

Brunetta Smart Working – Perchè si sbaglia a screditarlo!

INTRODUZIONE

In questo articolo vedremo in dettaglio i motivi per cui il Brunetta Smart Working, è un totale non senso.

Perché le sue affermazioni sono frutto di emotività, impulsività, forse anche invidia e esperienza negativa personale.

In realtà la sua teoria sullo Smart Working va analizzata in un contento ampio, per capire dove funziona e non funziona con le motivazioni di tutto ciò.

BRUNETTA SMART WORKING – LE AFFERMAZIONI RILASCIATE 

brunetta smart working

Brunetta dichiara di enfatizzare tutte le forze nella vasta somministrazione dei vaccini, “piuttosto che stare chiusi a casa, con il telefonino e la bottiglia di latte a fare finta di lavorare!”.

Affermazioni forti e che hanno provocato la reazione di sindacati e di altri partiti, indignati da tale affermazioni.

Per fortuna dall’altra parte, molti altri politici riconoscono, al contrario l’efficienza e l’efficacia dello Smart Working.

Manilo Di Stefano del movimento 5 stelle infatti dichiara che lo Smart Working si è confermato da oltre un decennio ed è “Il futuro a prescindere dalla pandemia”.

“lavorare da casa aumenta la produttività e riduce i costi economici”

Continua dicendo che In italia sembra ancora un  pensiero futuristico mentre è assodato e confermato dalla ricerca quanto lo Smart Working aiuta su molti fronti oltre quelli citati.

La riduzione dell’inquinamento, la riduzione del costo degli affitti, un maggior benessere nell’essere più presenti in famiglia e con i propri figli.

La pandemia è stato un accelleratore di questo futuro, che in realtà è già vastamente presente in tutto il mondo.

Lo Smart Working è infatto oggi, già largamente impiegato in tutti i paesi sviluppati come strumento per il migliore progresso e efficienza sul posto del lavoro.

Ne dimostra infatti la sua efficienza la crescita del PIL italiano di oltre il 6% nel 2021.

Possiamo ignorare dati statistici e affossarci da soli, In un momento in cui fare scelte innovative è decisivo per il futuro economico del nostro paese?

Di seguito vi spiegherò innanzitutto alcuni dati provenienti dalla ricerca sullo Smart Working e successivamente i benefici che il lavoratore e l’azienda ottengono dall’applicazione della stessa.

STATISTICHE SCIENTIFICHE SULLO SMART WORKING 

brunetta smart working

Nella  ricerca “SMART WORKING: RETHINKING WORK PRACTICESTO LEVERAGE EMPLOYEES’ INNOVATION POTENTIAL” svolto principalmente da università italiane e francesi, si analizzano i benefici che sono stati apportati con l’introduzione completa dello Smart Working:

In realtà la stessa ricerca descrive i risultati ottenuti anche da un modello ibrido.

I risultati sono rappresentate (in inglese) in questa ricerca: Smart Working Rethinking Work practice

In sintesi vi spiego i risultati della stessa qui di seguito:

A livello di efficienza organizzativa lo Smart Working ha portato maggiore produttività e flessibilità.

Per quanto riguarda la sua efficacia lo Smart Working porta ad una maggiore innovazione

L‘impegno lavorativo è risultato in un migliore equilibrio vita – lavoro (in inglese in un migliore Work-Life balance).

La configurazione lavorativa è risultata in :

  • Migliore isolamento acustico (La possibilità di concentrarsi effettivamente, svolgere meeting senza ascoltare voci di sottofondo ed essere distratti)
  • Facile disponibilità di svolgere meeting senza dover prenotare e richiedere la disponibilità fisica delle stesse, come succederebbe altrimenti in modalità in loco.
  • L’organizzazione del sapere aziendale,  ricercabile online indipendentemente dalla posizione e organizzazione
  • Strumenti e framework per monitorare, assegnare obiettivi e indipendentemente svolgere e documentare il progresso degli stessi
  • Facile comunicazione tra gli impiegati con strumenti e applicazioni come Microsoft Teams, Zoom, Google meets che permettono anche di presentare e interagire sul lavoro online

La digitalizzazione di tutta la documentazione e archivi aziendali.

In via generale gli strumenti UCC ( Unified Collaboration and Communication), sono tutti quel strumenti ( software o hardware ) che devono essere utilizzati e permettono la collaborazione e condivisione di dati a livello aziendale. [1]

I BENEFICI PER IL LAVORATORE E LA RITENZIONE DEGLI STESSI 

brunetta smart working

Al contrario delle affermazione del Brunetta Smart Working, adesso discutiamo meglio sui i benefici concreti che lo Smart Working porta al lavoratore e all’aziende.

PER L’AZIENDA:

  • Riduzione dei costi di affitto delle strutture che ospiterebbero i dipendenti con conseguente annullamento dei costi per la messa in norma, rispettando le norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. Responsabilità che diventa sempre di più del lavoratore.
  • Maggiore profitto aziendale, causato dalla maggiore efficienza dei lavoratori, che lavorano in Smart Working.
  • Riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera con beneficio dei cambiamenti climatici.
  • Maggiore ritenzione del personale

PER IL LAVORATORE:

  • Maggiore indipendenza nello scegliere orari di lavoro, con migliore work life balance.
  • Maggiore presenza in famiglia e soddisfazione lavorativa.
  • Meno stress e più tempo per se stessi senza compromettere la performance lavorativa.
  • Riduzione del micro-management e lavoro autonomo per obiettivi.
  • Meno rischi da parte del lavoratori dovuto al pendolarismo. [2]

PERCHE’ E DOVE LE AZIENDE FALLISCONO NELL’OTTENERE I BENEFICI DELLO SMART WORKING?

lavoro agile

Innanzitutto è da premettere che il lavoro in modalità Smart Working non è applicabile in tutte le preofessioni.

Nei lavori dove è fondamentale la relazione più stretta con il cliente, è più efficiente lavorare a stretto contatto con lo stesso.

E’ infatti il caso del ministro Brunetta, che sembra esprimere opinioni e giudizi basati sulla politica.

I politici devono concentrarsi sui problemi specifici della popolazione, prendendo in condiderazione tutte le specifiche categorie, piuttosto che esprimere giudizi generali, non basati sulla ricerca e la scienza.

E’ un metodo fallimentare che al giorno d’oggi non possiamo accettare e perdonare ad un politico.

C’è bisogno evidentemente di gente con maggiore esperienza del mondo del lavoro attuale per comprendere le reali tematiche ed empatizzare meglio con i problemi reali del mondo attuale.

E’ ovvio che il personale sanitario, un giardiniere, non può lavorare da remoto.

Molte classi lavorative possono beneficiare in maniera totale o parziale dalla possibilità di lavorare in modalità smart working.

Un dottore infatti, in casi di pandemia, ha la possibilità di contribuire alla mancanza di forza lavorativa anche da remoto in maniera parziale, gestendo tramite software e telefonicamente eventuali richieste degli infermieri.

Parte del lavoro degli ingegneri, per esempio, può essere svolta da remoto.  La progettazione su CAD e la documentazione può essere benissimo svolta in modalità smart working.

Lo stesso vale per molte altre professioni..

Questo vuol dire che molte professioni possono beneficiare dallo Smart Working in maniera totale o parziale.

Generalizzare, come ha fatto il Ministro Brunetta non è giusto e inaccettabile su temi del genere.

Il progresso e l’innovazione che porta lo Smart Working non va ignorato, va piuttosto scalato e sfruttato per lo sviluppo della nostra economia e del benessere del lavoratore che consegue ad una maggiore performance lavorativa.

Nelle pubbliche amministrazioni il problema della inefficienza a mio parere, non è lo smart working dei dipendenti, ma lo scarso adempimenti degli strumenti UCC e una regolamentazione della stessa che rende intoccabili, anche i dipendenti che non performano.

Se un dipendente è negligente, bisogna svolgere un analisi delle performance dello stesso, notificato e successivamente vanno presso delle decisioni in merito..

Il lavoratore nella pubblica amministrazione non deve essere essere considerato sicuro, solo per la mancata possibilità di essere licenziati, ma reso responsabile del lavoro svolto, che deve essere documentato e monitorato e riportato in caso di mancata produttività.

Queste problematiche non dipendono dunque dall’adoperazione della modalità di lavoro da remoto.

CONCLUSIONE

lavoro agile

Dove è possibile lavorare in modalità Smart Working è necessario rinforzare e confermare l’adoperazione delle stesse modalità.

La configurazione dello smart working deve essere fatta utilizzando i giusti strumenti UCC, specifici per la natura aziendale.

Spero con questo articolo di averi spiegato le ragioni per cui le recenti affermazioni del Brunetta smart working sono prive di fondamento scientifico.

Ci sono ovviamente pro e contro nel lavorare in modalità da remoto, ma i benefici superano di molto i contro..

In un futuro articolo, parleremo anche dei contro e analizzeremo meglio il tutto secondo le attuali conoscienze scientifiche.

Quale è stata la vostra esperienza nel lavorare in modalità smart working? Raccontatecelo nei commenti qui sotto.

REFERENZE

[1] Gastaldi, L., Corso, M., Raguseo, E., Neirotti, P., Paolucci, E. and Martini, A., 2014, September. Smart working: Rethinking work practices to leverage employees’ innovation potential. In Proceedings of the 15th International CINet Conference (Vol. 100). Budapest: CINet.

[2] Ipsen, C., van Veldhoven, M., Kirchner, K., & Hansen, J. P. (2021). Six Key Advantages and Disadvantages of Working from Home in Europe during COVID-19. International journal of environmental research and public health18(4), 1826. https://doi.org/10.3390/ijerph18041826

 

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Top 5 professioni per lavorare online da casa comodamente

Top 5 professioni per lavorare online da casa comodamente

Lavorare online da casa è il desiderio di molti ed in realtà un’opportunità per molte persone occupate e disoccupate per fare soldi online.

Viviamo in un paese tradizionalista dove, la maggior parte delle persone ancora pensa che per trovare lavoro bisogna bussare a delle porte e stampare dei curriculum cartacei da consegnare di persona.

Questa è una metodologia antica e in realtà obsoleta per il mondo di oggi.

Non è colpa vostra se questo non vi è insegnato.

D’altronde i nostri genitori, hanno vissuto in un periodo molto diverso da quello nostro.

lavorare online da casa

La fortuna che oggi abbiamo è il mondo del web e la lettura che ci consente di essere aggiornati ed avere accesso al pensiero di persone di successo, che possono davvero darci informazioni utili ed aggiornate.

Abbiamo l’accesso ai cervelli delle migliori persone al mondo, sotto forma di libri, interviste scritte e video, consigli, profili linkedin, etc.

Perché non sfruttare questa fortuna e costruire abitudini di lettura e informazione che può sviluppare ed essere al tempo con le opportunità attuali?

QUALI SONO I MIGLIORI MESTIERI PER LAVORARE ONLINE DA CASA?

lavorare online da casa

Qui di seguito vi parlerò delle opportunità di lavoro, classificate per coloro che hanno zero esperienza e altri che invece sono accessibili da coloro che hanno esperienza in un settore specifico

ZERO ESPERIENZA

Tra i lavori che è possibile seguire online con zero esperienza iniziale, a parte quelle della conoscenza del pc di base sono le seguenti:

  • Data entry: Questo lavoro consiste nel registrare dati in un software aziendale. Non ci sono richieste particolari in termini di requisiti educativi (anche se in generale è consigliato possedere almeno il diploma, in quanto sembra essere richiesto da molte aziende come requisito minimo)
  • Articolista: Per essere articolista, è necessario solo la conoscenza della lingua italiana, la capacità di ricercare argomenti su internet e strutturare articoli bene, Una conoscenza minima di SEO vi renderà molto più competitivi.
  • Blogger: Aprire un blog , al giorno d’oggi è davvero facile. Aprendo un hosting con siteground è possibile creare un blog in pochi click. Senza avere particolari conoscenze informatiche è possibile creare un blog con pochi click, scegliendo un tema gratuito e seguendo alcuni tutorial online.
  • Lavorare come Youtuber, Vlogger, Influencer. Investendo nel medio lungo termine, con una strategia e postando contenuti di qualità e nel tempo potrebbe farvi guadagnare online.

ESPERIENZA DI SETTORE

Se hai esperienza in un settore le possibilità aumentano esponenzialmente.

  • Un Articolista di settore può essere considerabilmente più pagato, rispetto ad uno generico.
  • Un Web designer, UI / UX designer, Graphic Designer, Web developer, Software Developer può benissimo lavorare come freelancer e offrire i propri servizi online. Oppure aprire un proprio business online
  • Un Video maker, Un Photo editor, un disegnatore grafico sono molto richiesti oggi. Tuttavia è necessario studiare e specializzarsi in questo settore prima di iniziare.
  • Traduttore: Conosci una lingua apparte l’italiano? Puoi lavorare come traduttore online per aziende , agenzie di traduzioni come freelancer.
  • Social media specialist e SEO expert: Se hai conoscenze specialistiche di marketing e esperienza nel crescere realtà aziendali e account di influencers con successo, allora puoi richiedere questo servizio a pagamento come freelancer.
  • Consultant: Hai esperienza in un settore e vuoi fornire consulenza per altre aziende della tua expertise? Puoi lavorare come freelancer e proporti come consulente nel tuo settore.

CONSIDERAZIONI GENERALI PER LAVORARE ONLINE DA CASA

lavorare da casa

Nel futuro mondo del lavoro, non ci si può purtroppo più permettere di essere sul mercato del lavoro senza avere come minimo un diploma e la conoscenza della lingua italiana adeguata.

Il possedere di una laurea, vi darà sicuramente molte più opportunità nel mondo del lavoro.

L’abilita di imparare velocemente nuove abilità è gradualmente un plus.

Anche la conoscenza della lingua inglese, soprattutto nel mondo del lavorare da casa, è un altro beneficio assoluto richiesto e molto apprazzato dalle aziende.

COME LAVORARE ONLINE DA CASA COME FREELANCER

Per lavorare online, è possibile percorrere diverse vie.

La prima è di proporsi come freelancer utilizzando le piattaforme note come Upwork , Fiverr, Freelancer.com, etc..

La seconda via è quella di creare un sito web professionale, dove si promuovono i propri servizi e si lavora sul miglioramente della SEO dello stesso.

Successivamente è possibile anche promuovere lo stesso sito, sui social media gratuitamente o tremite pubblicità a pagamento.

Un altra via utilizzata è quella di fare un indagine di mercato, per scoprire le aziende nel proprio territorio e di contattarle online o di persona per offrire i propri servizi come freelancer o libero professionista.

SUGGERIMENTI PER AVERE SUCCESSO ONLINE ( NETWORK )

lavorare online

Un saggio blogger americano che seguo, scrisse in uno dei commenti, che La chiave per riuscire a trovare incrementalmente clienti è la perseveranza e il non mollare mai. Se molli non avrai successo, se non molli lo avrai…

Concordo totalmente con la sua affermazione.. La persona a cui mi riferisco è un blogger e YouTuber col nome di “Diabetic GameGuy”, un ispirazione per me.

Costruire il vostro network (comunità), deve essere il vostro obiettivo finale da raggiungere.

Il network si costruisce attivamente cercando nuove opportunità, proponendosi, migliorando la seo del proprio sito web, scrivendo articoli targettizzati per determinate key words, ottimizzando i propri profili nelle piattaforme di freelancing online ed essendo presenti nei social media rilevanti.

Richiede tempo, affinché lavorare online si possa trasformare nel vostro lavoro principale.

Tutti possono farlo, affinché ci si muova dalla mentalità del guadagnare facile.

Guadagnare facile sul web non è possibile e se qualcuno vi promuove metodologie per farlo, statene alla larga.

Tutto ciò che non richiede un lavoro e investimento di tempo o valore da parte vostra, non può che essere una frode.

CONCLUSIONE

lavorare online

Le professioni da svolgere online sono tantissime ed aumentano con lo sviluppo dello smart working.

Spero che questo articoli vi sia da spunto per comprendere le potenzialità del web e aiutarvi a muovervi nella giusta direzione per consentirvi in futuro di guadagnare online.

Ma soprattutto, di diventare per molti di voi la principale fonte di guadagni.

Il web ha bisogno di nuovi contenuti, c’è davvero molto da essere scritto, per donare valore alla comunità web.

Quali lavori svolgete online? Sono curioso di leggere la vostra storia e di condividerla con i lettori.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.corrisberto.it/top-lavoro-online-da-casa/

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Le top 5 professioni per lavorare online da casa nel 2022

Le top 5 professioni per lavorare online da casa nel 2022

Il 2022 sarà l’anno del cambiamento. In questo articolo vi svelo le top 5 professioni online da svolgere quest’anno per lavorare online da casa e trasformare la vostra carriera.

Lavorare da remoto non e’ mai stata un opzione cosi diffusa.

La pandemia del covid-19 ha velocizzato il processo di digitalizzazione di molte professioni.

Molte aziende oggi assumono persone per lavorare da remoto in modalità ibrida o a tempo indeterminato.

Le professioni di natura informatica hanno trovato nella pandemia un forte cambiamento nella modalita di lavoro, trovando la modalita’ smart working come valida opzione al lavorare in ufficio.

Lavorare in modalità smart working è oggi non solo diffuso in tutto il mondo , ma anche validato e regolarizzato.

Sono utilizzati strumenti molto validi che permettano la comunicazione, la documentazione e l’invio efficiente di documenti in totale sicurezza dalla propria casa.

La diffusione di strumenti di comunicazione e documentazione come Zoom, Microsoft Teams, Discord, Jira, Confluence, Trello, etc.

hanno reso possibile di cambiare le modalità di lavoro tra coloro che lavorano nel settore informatico e in quelli dove non è necessaria una fissa presenza in ufficio.

Tutto ciò con il solo requisito di possedere una connessione a internet!

LE 5 PROFESSIONI ONLINE DEL 2022

lavorare online da casa

1 Lo sviluppo web e di applicazioni mobile continuerà ad accentuarsi nel 2022.

Oggi è diventato molto più facile accedere all’ insegnamento della programmazione grazie ai video e libri molto validi che oggi sono a disposizione.

Molti siti web sono oggi sviluppati non necessariamente con conoscenze di programmazione ma grazie a tool che permettono anche ai meno esperti di creare siti web.

Alcuni esempi sono WordPress, Wix, Squarespace, Webflow

Questi tool permettono la creazione di siti web , configurati per i telefoni cellulari e tutti i comuni dispositivi informatici conosciuti, in maniera intuitiva da chiunque abbia un minimo di domestichezza con i pc.

E’ possibile avviare un vero e proprio business, sviluppando siti per piccole imprese sviluppando siti web con wix o squarespace.

E’ quello che molti gia fanno da freelance in piattaforme di freelancing come Fiverr e Upwork!

Nel caso invece voleste imparare a programmare è possibile ricercare corsi, materiale e informazioni sul web tramite Youtube, Coursera, Udemy ed il sito w3school.

Innanzitutto sarà fondamentale imparare i linguaggi di programmazioni che ti permetteranno di creare siti web (il front-end e il back-end del sito), che si chiamano Stack o Bundles.

Alcuni esempi di Stack per costruire un sito web sono le seguenti:

 

2 Traduttore online

Molte aziende internazioniali assumono oggi traduttori in modalita’ smart working.

Se avete esperienza, educazione e conoscete piu lingue potete godervi il lusso di lavorare online da casa, senza limite ovunque abbiate accesso ad una connessione internet!

Conoscere fluentemente più lingue , vi renderà più richiesti in questo settore, soprattutto se conoscete lingue non troppo comuni.

La richiesta di traduttori può variare in base alla nazione dove lavorate. In inghilterra per esempio sono richiesti traduttori in tedesco, francese, italiano e cinese.

In italia sono molto richiesti i traduttori in lingua inglese, ma c’è un pò piu competizione rispetto all’estero.

3 Giocare nel metaverso

Il 2021 e’ stato un anno decisivo dove Mark Zuckemberg ha annunciato il cambiamento dell’azienda Facebook in Meta.

Questo cambiamento ha anche comportato l’annunciamento dell’estenzione dei social media sul metaverso.

Ha quindi portato all’introduzione di applicazioni che sfruttano il virtual reality per unire il mondo virtuale alla vita reale.

L unione dell’utilizzo delle cripto valute, con questo nuovo metaverso promette di creare nuove opportunità di lavoro.

Questo vale sia per i gamer più sfegatati, che per imprenditori in cerca di investire nelle cripto valute.

Sembra che ci vorrà del tempo finchè questa nuova tecnologia prenda piede.

Quando gli strumenti per lavorarci diventeranno economici abbastanza, ci sarà il boom di nuove opprortunità lavorative connesse.

3D design e sviluppatori nel campo della virtual reality e gaming potrebbero trovare molte nuove opportunità!

lavorare online da casa

4 Blogger

Il lavoro di blogger è molto diffuso sin da prima del 2000, ma è diventato recentemente uno strumento molto importante e promettente per diffondere informazioni, esperienze e per insegnare.

Google necessita di diventare un posto pieno di informazioni di qualità per tutte le parole chiave più utilizzate da coloro che lo utilizzano

Mai come oggi ci sono state opportunità di remunerare bene questo mestiere.

E’ possibile guadagnare con un blog, nel tempo grazie ai seguenti metodi:

  • Alla pubblicità inserita negli articoli o sul sito (banner pubblicitari)
  • Alle affiliazioni (banner pubblicitari che ti pagano una percentuale sulla vendita di determinati prodotti).
  • Permettendo ad un articolista di scrivere nel tuo blog (Guest posts)
  • La Newsletter che ti permette di ottenere mail a cui mandare messaggi con lo scopo di vendita.

Per guadagnare con un blog è necessaria costanza e molta perseveranza. Infatti si incomincia a guadagnare, quando il blog è visitato da migliaia di persone.

5 Compravendita di NFT

NFT sta per not fungible token.

Detto in poche parole, gli nft sono certificati di proprietà di opere digitali.

Gli nft sono elementi unici e non possono esistere 2 identici.

Comprando un nft sei in possesso di quell’opera digitale, che puoi vendere o tenere sotto forma di investimento che può aumentare di valore nel tempo.

3lau ha venduto il suo album musicale sotto forma di nft a 11 milioni di dollari.

Perché comprare NFT potrebbe essere un buon investimento?

Faccio un esempio:

Facciamo finta che Justin Bieber non fosse ancora famoso e vendesse un suo album sotto forma di NFT.

Questo album viene comprato a 100 dollari nel 2021.

Justin Bieber successivamente diventa un successo internazionale…

Quanto pensi i propri fan siano adesso disposti a spendere per comprare gli NFT corrispondenti del suo album nel caso sia venduto da colui che lo compro inizialmente a 100 dollari?

Probabilmente milioni (Avendo investito e creduto in quell artista inizialmente potrebbe averti fruttato e moltiplicato il tuo investimento iniziale).

CONCLUSIONE

lavorare online da casa

Queste sono secondo me le opportunità migliori che concretamente e’ possibile sfruttare per lavorare online da casa nel 2022.

Ci sono molti altri lavori che ti permettono di lavorare online. Ci sono anche molti lavori che possono essere svolti in maniera ibrida, come per esempio l’ingegnere, il marketing specialist, etc.etc.

Quali lavori svolgete lavorando online?

Sono curioso di scoprire come lavorate online nel 2022 e quali altre professioni potrebbero essere le opportunità da sondare.

Avete bisogno di aiuto per la creazione di CV e Cover Letter lavorativi in Inglese, di consulenza lavorativa e career coaching?

Vi raccomando di dare un occhiata ai nostri servizi, offerti nella sezione Servizi di questo blog.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail