fare amicizie all'estero

In questo articolo vi parlerò della mia esperienza nel fare amicizia in Inghilterra e i consigli per creare il vostro network nel breve-lungo periodo.

Ho vissuto personalmente 5 anni all’estero(In Inghilterra) e queste, sono metodologie che ho applicato personalmente.

Fare amicizia all’estero può non essere semplice quando non conosci la cultura del posto che vi ospita.

I ritmi lavorativi potrebbero giocare a vostro sfavore, soprattutto nell’ essere nel posto giusto al momento giusto.

LA MIA ESPERIENZA NEL FARE AMICIZIE IN INGHILTERRAfare amicizie in Inghilterra

Quando mi sono trasferito in Inghilterra la prima volta, ricordo di aver cercato di trovare su Facebook altri colleghi che avrebbero iniziato a lavorare per la stessa azienda.

Ho postato un messaggio su Facebook, in un gruppo chiamato Italiani a Oxford facendo delle domande sulla vita in quella citta’.

Quando ho ricevuto alcune risposte, ho aggiunto alle amicizie molte di queste persone ed ho interagito più frequentemente con loro.

Tra le persone con cui ho interagito nel post che avevo scritto, c’erano alcune persone che sarebbero partite a breve come me nella loro avventura in Inghilterra.

Fu’ cosi che una volta in Inghilterra cercai di contattare queste persone ed incontrarle.

E fu anche cosi, che trovai il mio primo amico in Inghilterra.

Colui che diventerà che il testimone del mio futuro matrimonio (dopo 3 anni).

Iniziando a lavorare e casualmente frequentando, il mondo fuori dal lavoro, ho avuto modo di incontrare altri italiani.la mia esperienza

Ho incontrato persone che erano ad Oxford per studiare, lavorare o per imparare la lingua inglese

Esercitare la comunicazione in lingua inglese è stato un fattore reciproco stimolante e un per interagire con altri potenziali amici.

Non è stato difficile inizialmente conoscere nuova gente, soprattutto perché molti erano nella stessa mia situazione.

Chiunque si trasferisce si trova nella stessa situazione in cui sei tu. Questo rende le persone più aperte e disponibili.

E’ infatti più facile fare amicizie all’estero, con comunità internazionali , che forse in Italia dove molti gruppi sono formati e consolidati.

Fare amicizie inizialmente succede quasi automaticamente, diventa leggermente diverso nel medio lungo termine.

Col tempo, ci si tende a consolidare alcune amicizie e ad essere più selettivo.

Fu’ esattamente quello che successe a me.

Mi trovai dopo 1-2 anni di permanenza a frequentare più spesso i miei ormai storici 3-4 amici.

Il primo anno invece avrò frequentato probabilmente oltre 10-15 persone.

Uno scoglio che si presente nel tempo è la mobilità di coloro che si trasferiscono.

Dopo 2 anni di permanenza, alcune persone decidono e pianificano di restare più a lungo.

Alcuni purtroppo decidono di tornare in Italia.

E’ cosi che molte delle belle amicizie create, decidono di tornare vicini alla propria famiglia

Ti ritrovi cosi con meno amici rimasti attorno a te e la malinconia che prende piede e fa riflettere sui propri piani.

Rifletti sulla tua situazione e la famiglia che è lontana ormai da tempo.

Contattavo spesso la mia famiglia tramite video chiamata.

Sicuramente ha facilitato non poco le cose, rendendo più leggera la sensazione di lontananza.

Per fortuna di li a poco, tutto inizia a prendere un ottima piega.

Ho incontrato colei che sarebbe diventata di li a 2 anni la mia attuale moglie!

Iniziammo a frequentare alcuni MEETUP e frequentare nuovi arrivati tramite i gruppi di espatriati su Facebook.

Meetup è un sito dove generalmente vengono organizzano incontri su specifici temi di aree di interesse collettivo (Business, hobbies, culturali, sociali).

In Inghilterra questo sito è molto usato anche per organizzare incontri tra espatriati internazionali.

In questo modo abbiamo incontrato tantissime altre persone fantastiche e stretto più intimamente amicizia con loro.

Nel gruppo di espatriati a Oxford, quasi ogni giorno c’erano persone disponibili ad incontrarsi per un drink o per chiacchierare.

In passato detestavo il pensiero di fare amicizie grazie ai social media.

Oggi credo che invece sia importante sfruttarli a nostro vantaggio.

 

LA MIA ESPERIENZA NEL FARE AMICIZIE IN ITALIA DOPO 5 ANNI IN INGHILTERRA

Dopo aver vissuto 5 anni in Inghilterra abbiamo deciso finalmente di tornare a vivere e lavorare in Italia.

Tornare in Italia, spesso significa ricominciare di nuovo, una nuova vita.

I tuoi veri amici ti aspetteranno a braccia aperte.

Ti rendi conto di quanto anche loro sono cambiati nel tempo.

Essendomi trasferito in Italia con mia moglie, di nazionalità Russa, ho reputato molto importante, creare nuove amicizie e restare in contatto con gli espatriati in Italia.

Ho scoperto anche che le metodologie utilizzate in Inghilterra per conoscere nuove persone, sono in realtà validissime anche in Italia.

Ci siamo entrambi iscritti nei gruppi degli espatriati nella nostra regione e messo in contatto con molte nuove persone.

Ho riscoperto dopo tanti anni quanto sia importante creare un network di buoni amici attorno.

I veri amici sono come una famiglia. Gli amici ci sono sempre nei momenti belli e brutti.

Tutti hanno bisogno di amici sinceri a colorare la propria esistenza.

FARE AMICIZIA IN INGHILTERRA – I MIEI CONSIGLI

Ricapitolando, è molto importante, sia per chi si trasferisce all’ estero che per chi torna in Italia curarsi del proprio giro di amicizie.

All’estero più che in italia funziona molto bene, frequentare gruppi di eventi sul sito meetup.com.

In italia questo gruppo non e’ frequentato come in Inghilterra.

Iscriversi nei gruppi Facebook di espatriati presenti nella zona dove vi trasferirete è molto valido sia in Italia che in Inghilterra (credo personalmente in tutto il mondo).

Quando ho viaggiato a Mosca Russia e a Stoccolma, in Svezia, in entrambe le nazioni c’erano gruppi Facebook di espatriati italiani ed internazionali.

Consiglio vivamente l’utilizzo dei social media per fare amicizia all’estero in quanto , anche se è possibile fare amicizie anche uscendo ed essendo casualmente in contesti sociali, non necessariamente sarà efficiente nel breve periodo.

CONCLUSIONE

Fare amicizia in Inghilterra è possibilissimo, con la giusta proattività.

In nazioni come l’ Inghilterra, peraltro ci sono tra le più grandi comunità di espatriati al mondo.

Sapere quali mezzi utilizzare oggi può certamente aiutare e velocizzare il processo di inclusione e adattamento che spesso è sfidante per tutti coloro si trasferiscono all’estero per vivere e lavorare.

I gruppi di Facebook di espatriati possono essere una grande opportunità.

Lo è certamente stato per me.

Ho conosciuto uno dei miei amici anche nella lavanderia che frequentavo.

Con questo voglio dire che uscire ed esporsi, in qualsiasi circostanza, è un fattore importante per fare amicizia in Inghilterra.

Spero che questo articolo sia stato utile ad alcuni di voi.

Quale è stata la vostra esperienza in merito al fare amicizie all’estero. Sarebbe molto utile ampliare ciò che ho scritto con i vostri consigli ed esperienze.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail