Introduzione

mangiare in inghilterra

In questo articolo voglio parlarvi delle differenze che ho trovato mangiando il cibo inglese rispetto all’italia.

Vi racconto come ho convissuto con queste differenze.

La differenza nei costi e di come questi possono influenzare il vostro stile di vita.

Inoltre e importante considerare le abitudini che ci sono dietro e che credo di aver notato in Inghilterra rispetto all’ italia.

Questo è molto importante da sapere per chi dovesse decidere di trasferirsi in Inghilterra, perché vi aiuterà a comprendere come meglio organizzarvi con la spesa e conoscere le varie opzioni usate da molti espatriati che vivono in Inghilterra.

La mia esperienza con il cibo inglese

cibo inglese

La mia esperienza con il cibo inglese è stata meno complessa di quanto avrei mai pensato prima di partire.

Sicuramente il cibo italiano in Inghilterra non è fresco e buono come in madre patria.

La cosa positiva che ho notato da subito, era la presenza di pane, pasta, e della maggior parte del cibo italiano nei supermercati, compresa la frutta e la verdura.

La cosa negativa che ho notato fin da subito e la cattiva qualità dell’acqua proveniente dal rubinetto.

In italia nella maggior parte delle case in cui ho vissuto, l’acqua proveniente dal rubinetto è facilmente bevibile e non ha particolari controindicazioni.

In Inghilterra questo non è stato assolutamente vero.

L’acqua del rubinetto ha un sapore metallico e chi la beve riempie un una borraccia che contiene un filtro che appunto permette solo agli elementi salutari dell’acqua di passare.

Nonostante questi filtri il sapore dell’ acqua era non tollerabile e perciò ho comprato per 5 anni sempre l acqua in bottiglia.

La pasta italiana comprata nei supermarket ha un sapore un po’ diverso (peggiore ma tollerabile).

La frutta e la verdura che ho comprato nei supermercati sinceramente non era buona e fresca come ero abituato in italia. I pomodori hanno un sapore più plastico.

Si comprende subito che la verdura e la frutta nella maggior parte dei casi viene importata in Inghilterra da altri paesi europei ed extra-europei.

Per quanto riguarda il mio cibo preferito, ovvero la pizza, vivendo ad Oxford, devo dire che c’erano molte pizzerie e tra queste sicuramente alcune facevano una pizza , molto buona (Non quanto in Italia, però spesso vicino al sapore italiano).

Ricordo una volta invece di aver mangiato ina pizza ad una catena di ristoranti, chiamata “Bella Italia” dove la pizza non era a mio parere differente a quella che surgelata che mangiavo in italia.

Per quanto riguarda i dolci, devo dire invece che ho trovato davvero tantissime buone opzioni.

Credo che gli inglesi siano davvero bravi a fare le torte ( le cosiddette cheese cakes ) e dal punto di vista di dolci in generale sono rimasto molto soddisfatto personalmente.

La mia esperienza con il cibo in Italia

cibo inglese

Quando sono tornato in Italia non nascondo che la più grande eccitazione a parte il clima e stato appunto finalmente apprezzare il sapore del cibo italiano.

Mi sono reso conto di quanto sia importante mangiare frutta e verdura fresca in un clima più soleggiato come il nostro.

Mi sono reso anche conto di quanto la qualità della frutta e verdura mi aveva cambiato nel tempo nel consumare più cibo meno salutare in Inghilterra spesso composto da fritture e dolci.

Seguire una dieta fatta di frutta e verdura mi sembrava impossibile in Inghilterra, data la qualita degli stessi e il loro sapore che non gradivo.

Costo in Italia vs costo cibo inglese

cibo inglese

Il costo del cibo inglese e più alto rispetto all’Italia, ma questo varia anche di molto dipendentemente dal tipo di cibo che si compra.

Frutta e verdura e in genere più costoso e di minore qualità e sapore.

Carne e pesce allo stato puro costa di più rispetto che in italia.

Costa molto meno invece carne e pesce surgelate e pre-fritte, cibi processati e dolci.

Questa differenza , maggiorata al mio piacere per il cibo più calorico mi ha portato a prendere negli ultimi anni degli habit meno corretti.

Il prezzo del cibo sicuramente influisce sulle scelte del cibo.

Ho anche notato che mangiare cibi processati, provoca dipendenza nel mangiare più spesso questa tipologia di cibi.

Una pizza in Inghilterra da asporto in Inghilterra può costare dai 7 pounds ai 12-13. Mangiare in pizzeria in Inghilterra o in un ristorante ti costerà sicuramente molto più rispetto che in Italia.

Rapporto con la cucina in italia vs Inghilterra

alimentazione inglese

Un altra cosa che ho notato molto spesso, soprattutto nell’ambiente di lavoro è il fatto che agli inglesi non piace spendere troppo tempo in cucina, ma piace trovare soluzioni veloci.

Infatti molto spesso tra i cibi processati preferiti, che vengono spesso portati a pranzo sono tutti quei cibi che possono essere riscaldate sul forno a microonde.

Non lo nascondo. Anche io per convenienza mi ero abituato a fare cosi. Mi faceva risparmiare tempo nella preparazione del cibo, anche se la qualità dei nutrienti che introduceva veniva compromessa.

Gli inglesi dalla mia personale esperienza quinquennale, mangiano una colazione molto pesante ( La cosiddetta english breakfast ), un pranzo più leggero e una cena di media quantità.

Un abitudine che gli inglesi adottano che personalmente penso sia positiva personalmente è di mangiare la cena dopo le 5-6 di pomeriggio.

Quando sono riuscito ad abituarmi a seguire questa routine, mi faceva piacere l idea di andare a dormire non sentendomi pesante come succede invece in italia quando si mangia la cena dopo le 9 di sera.

Se la sera avevo fame un bicchiere di latte o qualche frutto era necessario a proseguire la serata senza avvertire necessariamente troppa fame.

Consigli per chi vive in Inghilterra

alimentazione inghilterra

Il consiglio che ho seguito ad un certo punto, che mi sentirei di dare e’ di comprare frutta e verdura da venditori privati di fiducia (che personalmente coltivano e vendono frutta e verdura).

Ci sono molti servizi di questo genere che possono essere trovati online.

Mangiare frutta e verdura da venditori fidati ti permette di essere sicuro che la qualità e il sapore del cibo che mangi sia elevata.

Un altro consiglio e di preferire fare la spesa di persona al supermercato per fare attenzione alle etichette del cibo e alle scadenze.

Inizialmente ordinavo online dai supermercati e spesso mi arrivavano alimenti scaduti o in scadenza lo stesso giorno che mi erano arrivati.

In Inghilterra preferivo fare la spesa a Mark & Spencer e Waitrose in quanto la qualità dei prodotti era nettamente più elevata di altri supermercati

Conclusione

Spero che questo articolo possa essere utile per aiutare agli espatriati italiani all’estero di compiere le scelte più giuste e salutari, affinché’ le buone abitudini alimentari possano essere mantenute anche dopo essersi trasferiti all’estero.

Sarebbe interessante scoprire quale esperienza avete voi vissuto facendo la spesa all’estero.

Come il mangiare all’estero ha influenzato le vostre abitudini alimentari?

Sono curioso di leggere i vostri commenti a riguardo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail