INTRODUZIONE

In questo articolo vi spiego in dettaglio come diventare infermiere in Italia e all’estero.

Il lavoro di infermiere è una missione , dipendentemente dai punti di vista, per altri un lavoro non solo una missione.

In alcuni diventare infermiere è una scelta che nasce dentro di te, in altre, una scelta dettata dalle possibilità di impiego che offre.

Tuttavia, è un mestiere che richiede molti sacrifici e sfide nel bilanciarlo con la vita quotidiana.

Un infermiere vive spesso a contatto con persone che soffrono, ed è un lavoro stressante, che alcuni definiscono usurante.

Non è cosi purtroppo definito ai fini pensionistici, è un lavoro non per tutti e altrettanto con ottimi potenziali di soddisfazione.,

come diventare infermiere

COSA FA UN INFERMIERE?

Un infermiere è un operatore sanitario che in possesso del diploma di laurea abilitante alla professione, si occupa della assistenza infermieristica preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa.

Questa figura può lavorare, spesso in ospedali pubblici, privati, ASL e ambulatori, ma può anche lavorare in navi, piattaforme petrolifere, a domicilio nel territorio nazionale e addirittura internazionale.

SI NASCE INFERMIERI?

Da ex infermiere, ti dico che la risposta è tendente al si, anche se molti infermieri che non hanno la vocazione possono comunque diventare degli ottimi infermieri.

La vocazione di infermiere tuttavia , ti aiuterà  a gestire più facilmente i momenti di stress e di frustrazione che a volte questo lavoro duro può procurarti.

Nonostante la vocazione può aiutarvi in questa professione, chi non ha la vocazione può tuttavia diventare un ottimo infermiere,

E’ importante specificare, invece che chi sceglie questo mestiere controvoglia o perché consigliato dai familiari e amici, potrebbe comprendere presto quanto sia stata una scelta sbagliata se non lineare al vostro carattere.

POSSO FARCELA A INTRAPRENDERE QUESTO MESTIERE SE IL SANGUE MI FA STARE MALE?

In alcuni casi si (diversi colleghi avevano paura del sangue prima di fare esperienza in un reparto), in altri no.

Ho conosciuto una persona, infatti, che dopo aver fatto i primi giorni di esperienza in reparto, ha deciso di cambiare carriera (E’ svenuto in reparto, tra l’altro durante il tirocinio).

In via generale, con l’esperienza puoi superare queste paure e diventare un ottimo professionista.

IL PERCORSO PER DIVENTARE UN INFERMIERE

In passato era necessario il diploma, per diventare infermiere.

Oggi è necessaria la laurea triennale in Infermieristica previo superamento dei test di accesso a numero chiuso.

Per prepararti ai test è importante:

  1. Investire 2-3 mesi estivi dopo il diploma alla preparazione ai test, quindi allo studio di materia come la biologia, chimica, cultura generale e matematica/fisica.
  2. Provenire da un liceo scientifico o un liceo in generale, comporta un vantaggio nella chance di passare i test dati gli studi approfonditi già fatti
  3. Seguire i corsi di preparazione ai test organizzati spesso dagli studenti universitari

Durante la laurea, da una parte eseguirai studi di medicina, infermieristica, biologia, anatomia etc, dall’altra inizierai il tirocinio in ospedale (Generalmente nel secondo semestre del primo anno).

Una volta laureato, le strade diventano generalmente 2:

  • Entrare nel mondo del lavoro senza esperienza (Nonostante l’esperienza del tirocinio, che spesso viene cmq non considerata come esperienza in alcuni ospedali).
  • Emigrare in altre città o all’estero per riuscire a colmare la lacuna dell’inesperienza nel mercato del lavoro.

Un altro percorso per potenzialmente fare carriera è quello proseguire con gli studi specialistici oppure un master e addirittura completare un dottorato di ricerca, se il tuo desiderio è quello di diventare un infermiere ricercatore.

come diventare infermiere

COME FARE CARRIERA COME INFERMIERE

Se lavori nel settore privato, puoi scalare la carriera di infermiere diventando eventualmente caposala, facendoti valere e facendo tanti anni di esperienza in quel reparto.

Puoi decidere di lavorare come infermiere strumentista in sala operatoria o di lavorare in area critica, dipende dalla vostra inclinazione e desiderio.

E’ più facile tuttavia ottenere queste posizioni mandando CV a nuovi ospedali piuttosto che aspettare il momento giusto nella tua azienda ospedaliera (almeno in Italia).

Nel settore pubblico ad ogni posizione si accede esclusivamente vincendo concorsi o avvisi pubblici.

Il processo è generalmente più complicato, e richiede tanta preparazione per vincere gli stessi.

Un altra strategia per vincere i concorsi pubblici è quello di fare esperienza pluriennale nel settore privato, che contribuirà nel punteggio nella graduatoria, quando completerai i concorsi.

QUALITA’ DELLA VITA DI UN INFERMIERE

Un infermiere lavora su turni che si classificano generalmente in: Giorno, pomeriggio, notte.

Questi turni sono da 7 circa e ci si lavora 5 giorni a settimana.

Lavorare su turni può essere molto stressante per alcuni e turni extra non sono considerati ma frequenti quando necessario.

La qualità vita-lavoro non è tra le migliori in comparazione con la maggior parte di altri mestieri che non è a turni.

E’ un mestiere che richiede la capacità di gestire bene lo stress, di prioritizzare le proprie azioni e grande attenzione ai dettagli.

La responsabilità di un infermiere è molto alta, in quanto spesso la vita di un paziente dipende da loro, insieme all’equipe medica.

Tuttavia, chi lavora in un ASL, ha uno stile di vita più regolare, lavorando spesso dal lunedì al venerdì in orari regolari.

La scelta del reparto dove ci si vuole lavorare non sempre è a nostra discrezione.

Non è raro il fatto di lavorare in un reparto assegnato dall’azienda ospedaliera, diversa dai propri desideri.

Un infermiere in Italia dunque deve essere pronto a lavorare in qualsiasi reparto venga offerto in base alle richieste di personale in quel momento.

come diventare infermiere

QUANTO GUADAGNA UN INFERMIERE IN ITALIA

La RAL annua di un infermiere è di circa 28000 euro e può variare di regione in regione.

A nord italia gli stipendi sono un pò più alti, al sud i più bassi.

QUANTO GUADAGNA UN INFERMIERE ALL’ESTERO

All’estero per nostra sfortuna, si guadagna molto di più che in Italia e si può facilmente fare molta carriera come infermieri specializzati.

Per esempio un infermiere in Inghilterra inizia a guadagnare 25 mila pounds e può addirittura arrivare a guadagnare 100mila pounds all’anno dopo diversi anni di carriera.

In Europa gli stipendi variano di molto ma sono molto più alti che in Italia.

Invece, in Francia un infermiere guadagna circa 35mila euro. In Germania anche oltre i 40 mila euro annuali.

ALBO DEGLI INFERMIERI

Con la laurea in infermieristica e l’abilitazione alla professione di infermiere è necessaria l’iscrizione all’albo degli infermieri come requisito fondamentale per svolgere la professione di infermiere nel pubblico o nel privato.

Il costo annuale da sostenere annuale varia di città in città. A Roma per esempio la tassa annuale è di 60 euro.

stipendio infermieri

L’IMPORTANZA DEL TEAM NEL LAVORO DI INFERMIERE

Al fine di lavorare bene e felici è fondamentale avere un buon team.

In questo mestiere il lavoro in team conta e fa la differenza. Essere in sintonia con i colleghi è un fondamentale requisito per la qualità del lavoro che svolgerai.

Attenzione a fenomeni come il burnout e il mobbing e segnali quanto prima al tuo caposala quando si verificano.

E’ meglio lavorare sereni, piuttosto che subire tali problematiche in un reparto.

LA TUTELA DI UN INFERMIERE: PRO E CONTRO

L’iscrizione a un sindacato è importante per conoscere ed essere aggiornati sui diritti che un infermiere può esercitare.

Un costo irrisorio ma che può fare la differenza nel mestiere di un infermiere, sia in casi di mobbing, burnout che di incidenti, per fare valere i propri diritti.

CONCLUSIONE

L’obiettivo di questo articolo è quello di spiegare in dettaglio come diventare un infermiere e la carriera che ti aspetta in Italia e all’estero.

Questo mestiere è molto soddisfacente in quanto tangibilmente puoi aiutare il prossimo e fare la differenza influenzando il prossimo.

Tuttavia è importante comprendere le caratteristiche di questo mestiere e farsi un analisi di coscienza per comprendere in anticipo se è il settore per voi o meno.

E’ un settore dove è c’è molta richiesta di professionisti, ma questo non dovrebbe essere il solo criterio per scegliere questo lavoro.

Cosa ne pensate? Se c’è qualcosa che aggiungereste in questo articolo, scrivetelo nei commenti e parliamone!

Avete bisogno di aiuto per la creazione di CV e Cover Letter lavorativi in Inglese, di consulenza lavorativa e career coaching?

Vi raccomando di dare un occhiata ai nostri servizi, offerti nella sezione Servizi di questo blog.

ARTICOLI CORRELATI

COME DIVENTARE UN:

INFORMATICO

INFERMIERE

BLOGGER

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail