Vivere all’estero – Considerazioni, consigli sulla Pianificazione

Vivere all’estero – Considerazioni, consigli sulla Pianificazione

INTRODUZIONE

In questo articolo voglio parlarvi di come andare a vivere all’estero.

Per fare ciò, penso sia importante elencare in modo utile la burocrazia necessaria da guardare (che varia di stato in stato, ma è comune nella maggior parte dei casi per al tipologia di documenti necessari).

Voglio che questo articolo sia una guida veloce e utile per riflettere ad un piano di azione che aiuti a facilitare la procedura di trasferimento.

Vi spiego di seguito, come andare a vivere all’estero, dividendo l’argomento in alcune sezioni sul quale dovrete far fronte.

COME ANDARE A VIVERE ALL’ESTERO

come andare a vivere all'estero

BUROCRAZIA

La burocrazia è il tallone d’Achille per chi vuole vivere all’estero.

Sono molti i documenti necessari per completare la procedura burocratica e dipende anche da molti fattori:

  • Andare a vivere all’estero senza aver ancora trovato lavoro.
  • Avendo trovato lavoro.
  • Per studiare all’estero.
  • Vivere dopo l’età pensionabile.

I documenti a cui pensare in linea generale, prima di trasferirsi sono i seguenti:

Il passaporto:

E’ fondamentale per il trasferimento in qualsiasi nazione nel mondo ed in Europa come identificativo personale.

Le fototessere:

Sono spesso richieste, soprattutto durante la procedura per ottenere il visto.

Eventuali atti di matrimonio: Se siete sposati è importante mostrare eventuali atti di matrimonio e farli tradurre giuridicamente, in modo tale da validare il matrimonio nello stato in cui volete vivere.

come andare a vivere all'estero

Certificato casellario giudiziale:

E’ importante per comprendere il vostro storico criminale. Se avete la fedina penale o giudiziale sporca potrebbe compromettere la possibilità o meno di trasferirvi e ottenere il passaporto.

Marche da bollo:

Sono da allegare in alcuni documenti (per esempio per il certificato casellario giudiziale, per la residenza, etc.)

Documenti relativi alla propria educazione:

Vi servirà organizzare in un unico file ed eventualmente scansionare tutti i documenti relativi alla vostra educazione professionale (Diplomi, lauree, certificazioni, etc), questo sarà fondamentale per trovare lavoro all’estero.

come andare a vivere all'estero

Il visto:

Il visto non è necessario in Europa. Tuttavia è necessario per trasferirsi in tutti gli stati non facenti parte dell’unione europea.

La tipologia richiesta, dipende dalla motivazione del trasferimento. Differenti sono le documentazioni richieste per il visto familiare, dal visto studente e del lavoratore.

Conto bancario italiano e storico in alcuni casi:

Molti stati richiedono che tu possegga una quantità minima di denaro per garantire che puoi sopravvivere senza problemi al costo di vita dello stato in cui vi volete trasferire.

Documentazione fornita da agenzie di immigrazione da compilare.

COSE IMPORTANTI DA TENER PRESENTE PER LA SCELTA DELLA NAZIONE IN CUI VIVERE

Il costo della vita:

Se il costo della vita è alto e lo stipendio è poco più alto rispetto all’italia, il vostro potere d’acquisto sarà inferiore e di conseguenza, la qualita della vita in relazione ai vostri guadagni sarà inferiore a prima.

L’efficienza del sistema sanitario e l’accessibilità della stessa:

E’ importante comprendere se il sistema sanitario sia efficiente, ma anche accessibile a tutti. Per accessibilità, intendo il costo di accesso al sistema sanitario nazionale.

Negli Stati Uniti d’America per esempio, il sistema sanitario è molto efficiente ma poco accessibile ai propri abitanti. Solo i ricchi possono accederci in ogni caso senza problemi, grazie agli enormi investimenti fatti nelle rispettive assicurazioni sanitarie.

Non vorreste trovarvi nella situazione in cui, voi o i vostri figli non possono essere curati perchè l’assicurazione non copre abbastanza per effettuare le cure.

sistema sanitario nazionale

Le scuole e il costo delle stesse.

Il costo di accesso agli studi in italia è molto basso rispetto all’estero. Mentre qui è possibile spendere in alcuni casi solo alcune centinaia di euro per studiare all’università. In America la rata annuale può superare anche i 25 mila euro.

E’ vero che studiare in università famose avrà più peso nel vostro curriculum, ma avete le disponibilità economiche per affrontare tutto cio’? Soprattutto se avete più di un figlio.

Gli americani sono conosciuti per mettersi in debito per affrontare questi studi, che in alcuni casi potrebbero pagare per il resto della propria carriera.

Il clima

Quando mi sono trasferito in Inghilterra 6 anni fa, non pensavo potesse influenzarmi cosi tanto.

In realtà un clima molto diverso dal nostro, può influenzare il vostro umore e felicità. E’ importante esserne consapevoli prima di fare una scelta a lungo termine.

Nel mio caso sono tornato in italia 1 anno fa, perché non potevo fare a meno del nostro clima e della nostra bellissima italia.

Molti amici che conosco, però, hanno comprato casa e vivranno nel lungo termine nel Regno Unito.

Il clima influenzerà, non poco la vostra vita, ma con questo non voglio dire che non si possa adattarsi e vivere nel lungo termine in paesi climatici diversi.

E’ tutto soggettivo…

come andare a vivere all'estero

La vita sociale e culturale

Cambia di stato in stato. Gli aspetti culturali degli altri stati sono spesso molto diversi dal nostro. Un consiglio è di ricercare su internet più nello specifico in relazione a questo fattore.

Comprendere se la vita sociale e culturale del paese dove vogliamo trasferirci è similare al nostro o non troppo differente potrebbe aiutare ad integrarsi meglio.

Agenzie di immigrazione

Le agenzie di immigrazione possono essere un ottimo alleato per facilitare il come andare a vivere all’estero.

Anche se hanno un costo da affrontare anticipatamente, potrebbero facilitare e rimuovere il problema di affrontare molte delle faccende burocratiche per voi e di indirizzarvi nel giusto percorso burocratico.

Lo consiglio soprattutto se non conoscete bene la lingua dello stato in cui andrete a vivere.

Affidarsi a loro potrebbe prevenire comunque molti mal di testa e assicurare che tutto sia compilato e organizzato correttamente.

Di agenzia di immigrazione ce ne sono davvero tante e sono alla portata di una semplice ricerca su Google.

Come andare a vivere all’estero – PREPARAZIONE AL VIAGGIO

come andare a vivere all'estero

Tra le cose che è consigliabile portare con se all’estero, frutto della mia esperienza personale, consiglio i seguenti:

Contenitori porta documenti: Dove inserire e avere organizzati i documenti. Sarà importante e sarà facile trovare i documenti quando vi servirànno

Valigia da 25 kg: Nonostante in alcune situazioni partirete in famiglia e le vostre necessità saranno maggiori, consiglio di essere davvero selettivi nelle cose da portare in valigia.

Altre cose importanti come cuscini, coperte, pentole, posate potete comprarli dove andrete. Sarà logisticamente più semplice rispetto ad avere troppo valigie da portare da soli.

Telefono con caricatore e videocamera: Suona essere una cosa ovvia. Però aiuterà molto, la possibilità di videochiamare la propria famiglia. In passato non c’era tale lusso.

MINDSET

Sii aperto a nuove culture e stili di vita, integrarsi con la società e cultura del posto ti aiuterà a fare nuove amicizie e a svilupparti maggiormente come persona.

I MIGLIORI ACCOUNT BANCARI DA AVERE QUANDO SI VIVE ALL’ESTERO

La Revolut è un istituzione monetaria che possiede anche la licenza per essere una banca vera e propria.

Dopo la brexit opera nell’unione europea.

Questa carta ti permette di cambiare valuta e effettuare pagamenti in differente valuta senza costi di commissioni entro certi limiti. Ti permette di effettuare acquisti in tutto il mondo senza commissioni extra

La consiglio perché la possiedo personalmente e mi ci trovo benissimo.

In base allo stato dove vi trasferirete, è importante informarsi sulle banche migliori cercando su internet. Le banche migliori in Italia sono molto differenti dalle banche migliori per esempio in Spagna o Francia..

Dato che potenzialmente, dovreste ricevere lo stipendio in un iban dello stato in cui vi troviate, vi consiglio di cercare attentamente su Google tutte le banche disponibili per valutare le migliori nel vostro caso specifico.

revolut

MIGLIORI SITI PER INCONTRARE IL VOSTRO POTENZIALE PARTNER

Match.com in UK(Il corrispondente in italia è meetic.it): Per trovare una relazione seria online. Ricercate il corrispondente nello stato dove vi trasferirete.

SITI E LUOGHI DOVE TROVARE POTENZIALI BUSINESS PARTNER

Meetup.com: Sito dove si organizzano meeting a tema relativi a una branca di business o hobby (Molto famoso in Inghilterra, progressivamente più utilizzato anche in Italia)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Come lavorare in Inghilterra dopo la brexit? Guida pratica!

Come lavorare in Inghilterra dopo la brexit? Guida pratica!

INTRODUZIONE

Lavorare in Inghilterra dopo la Brexit è diventata più complesso, a causa del cambiamento dei requisiti di introduzione nel mondo del lavoro.

In questo articolo cercherò di rispondere in maniera esaustiva, per fornire una guida pratica sul come lavorare in Regno unito dopo la Brexit e sul come avviare la procedura burocratica per il trasferimento.

COME LAVORARE IN REGNO UNITO DOPO LA BREXIT SENZA VISA?

Coloro che erano in Regno Unito (UK), prima del 30 Giugno 2020, potevano applicare per il cosiddetto Pre Settle Status, che permette di vivere e lavorare in Inghilterra ed il Regno Unito per 5 anni.

Per coloro, che invece hanno vissuto per almeno 5 anni, possono applicare per il Settled Status, che permette di vivere e lavorare nel regno unito per sempre, di accedere alla pensione statale e accedere ai pubblici servizi.

Tutti gli altri, devono richiedere un visto di lavoro, svolto con un sistema di immigrazione a punti.

CON QUALE VISTO E’ POSSIBILE LAVORARE IN UK DOPO LA BREXIT?

lavorare in inghilterra dopo brexit

I visti, con cui è possibile applicare, sono suddivisi da 4 “Tier”. Lo Start Up Visa ( Tier 1), lo Skilled Workers Visa (Tier 2),lo Student Visa (Tier 4) e il Temporary Worker Visa ( Tier 5)

L’Inghilterra, oggi incoraggia l’ingresso dei lavoratori qualificati, soprattutto dove c’è carenza di impiegati (nel settore sanitario, educativo, per esempio).

In questo caso è richiesto un visto specifico (Skilled Working Visa).

Per lavorare in Uk bisogna raggiungere un punteggio minimo nel sistema di immigrazione a punti, che dipende dal visto specifico a cui stai applicando

COME OTTENERE LO SKILLED WORKERS VISA DOPO LA BREXIT

Per ottenere questo visto è necessario:

Poter lavorare per un datore di lavoro approvato dall’Home Office.

Avere un certificato di sponsorizzazione da parte del datore di lavoro con informazioni relative al ruolo offerto

Fare un lavoro presente nella lista dei lavori (cercare il codice corrispondente a 4 cifre del lavoro qui).

Lo stipendio minimo, che dipende dal “GOING RATE” che è il minimo relativo alla specifica posizione secondo questa lista .

COME OTTENERE LO STUDENT VISA (VISTO STUDENTE) DOPO LA BREXIT

Puoi ottenere il visto studente se hai almeno 16 anni e vuoi studiare per un corso di studi in Inghilterra.(Oppure il Child Student Visa se hai meno di 16 anni)

Non hai bisogno del visto se il corso è di massimo 6 mesi presso gli istituti accreditati in UK.

Per studi che non superano gli 11 mesi è possibile richiedere il visto di studio temporaneo (Short Term Study Visa).

Attenzione a notare che dopo la brexit il costo dei corsi di studio sono aumentati, facendo ora parte della categoria degli internazionali.

<iframe sandbox=”allow-popups allow-scripts allow-modals allow-forms allow-same-origin” style=”width:120px;height:240px;” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” frameborder=”0″ src=”//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=779482-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=B083PXLHDT&linkId=5ac69d193d88715b79c6fa67a8f2fcc8″></iframe>

COME OTTENERE LO START UP VISA

lavorare in Inghilterra dopo brexit

E’ possibile applicare allo Start Up Visa, nel caso in cui si ha un idea innovativa e creare la propria imprese in Uk.

Per fare ciò è necessario rispondere ad alcuni prerequisiti fondamentali:

  • L’idea di business deve essere innovativa e diversa da quello presenti attualmente nel mercato
  • Avere almeno 18 anni di età e dimostrare la conoscenza della lingua inglese.
  • Avere un minimo di £1270 nell’ account bancario nei 28 giorni consecutivi prima di applicare al visto.

Questo è necessario per garantire di poter vivere e mantenersi durante lo stabilimento dell’azienda in Regno Unito.

COME OTTENERE IL TEMPORARY WORKER VISA ( VISTO TEMPORANEO DI LAVORO ) DOPO LA BREXIT

Puoi applicare per il visto temporaneo nel caso in cui dovessi lavorare per alcune categorie di lavoro temporaneamente.

La durata dipende appunto dalla tipologia di lavoro che sarà svolto.

E’ necessario applicare almeno 3 mesi prima della data di inizio del lavoro in Regno Unito ed essere sponsorizzati dalla azienda per il quali ci si lavorerà.

Bisognerà dimostrare anche la possibilità di potersi mantenere durante il periodo di permanenza lavorativo.

COSA SIGNIFICA CHE IL DATORE DI LAVORO DEVE FARE DA SPONSOR?

Significa che l’azienda per il quale devi lavorare deve possedere la licenza sponsor, per impiegare lavoratori internazionali.

Non tutte le aziende possiedono questa licenza (è molto probabile che queste siano possedute da aziende grandi e internazionali).

I REQUISITI DI PUNTEGGIO PER L’IMMIGRAZIONE NEL REGNO UNITO

lavorare in inghilterra dopo brexit

Per poter lavorare in Regno unito dopo la Brexit è necessario verificare la propria identità tramite un App chiamata “UK immigration: ID Check“, come parte del processo, oppure ad un centro visti idoneo.

Sarà necessario pagare una quota di iscrizione e, nel caso in cui rimanessi oltre i 6 mesi anche una tassa di supplemento sanitario, che ti permetterà di accedere all’NHS, ovvero il sistema sanitario inglese.

Il punteggio dipenderà da diversi fattori tra cui:

  • Dalla vostra qualifica. Un laureato con dottorato ha grandi vantaggi rispetto agli altri.
  • Dal lavoro che vi è offerto, specialmente se è un lavoro richiesto in Inghilterra.
  • La conoscenza della lingua inglese dimostrata con IELTS, TOEFL, etc.
  • Dallo stipendio offerto (che non deve essere inferiore a £25600 in molti casi).

Il numero massimo di punti raggiungibile è di 70 punti.

LO STIPENDIO MINIMO PER ESSERE ACCETTATI

I concetti principali per comprendere lo stipendio minimo richiesto sono i seguenti:

  • Stipendio minimo di £25600
  • Going rate
  • Dimostrare di potersi mantere nel regno unito
  • Tipologia di lavoro offerto e di bisogno nel regno unito

Lo stipendio minimo generale che deve essere £25600, ma questo varia molto in base al GOING RATE, precedentemente spiegato, che sarebbe lo stipendio minimo in base alla tipologia di lavoro offerta (che può appunto variare e superare i £25600 iniziali).

Se per esempio avete ricevuto un offerta di lavoro nell’ NHS, sarà molto probabile che lo stipendio minimo non sarà maggiorato, rispetto ad un altra posizione dove il going rate potrebbe segnare lo stipendio minimo anche sopra i £30000.

In base alla tipologia specifica di visa a cui applicherete, sarà anche richiesto come requisito minimo finanziario, di possedere di una determinata quantità di soldi nel proprio conto bancario.

Per uno studente che applica per lo student visa per studiare a Londra, viene richiesto un requisito finanziario minimo di £1334 al mese per mantenere se stesso, che varia a £1023 al mese in altre città.

Questo requisito varia per coloro che applicano per il visto di lavoro.

In questo caso è richiesto di avere £1,270, sul proprio conto bancario, 28 giorni prima di iniziare a lavorare.

I LAVORI RICHIESTI DOVE C’è CARENZA DI PERSONALE IN REGNO UNITO

lavorare in inghilterra dopo brexit

I lavori dove c’è carenza di impiegati sono rappresentati nella tabella in questo link.

Per queste professioni, il salario minimo offerto può anche essere l’80% dello stipendio annuale richiesto nei requisiti.

In generale, il settore sanitario ed educativo, sono settori che incoraggiano  l’applicazione da parte di espatriati.

PUOI LAVORARE IN UK IN VISITOR VISA?

No, non puoi. E’ quindi necessario, che tu applichi per un Working visa se vuoi lavorare in UK.

QUALI REQUISITI SONO NECESSARI PER LAVORARE IN UK UNA VOLTA TRASFERITO

L’attivazione di un account bancario inglese, è necessario per iniziare a lavorare. Prima lo aprire e più facile sarà iniziare a lavorare, ricevere lo stipendio, pagare le utenze, chiedere in futuro un mutuo in Regno Unito.

E’ importante dichiarare la tua residenza al City Council, in quanto una volta in UK bisogna pagare mensilmente la cosiddetta Council Tax (una tassa che aiuta lo stato a pagare per i servizi che offre nel Regno Unito).

La richiesta del National Insurance Number, una tassa  che paghi per garantire una serie di benefici tra cui la pensione statale in Inghilterra.

E’ obbligatorio richiederlo ed un requisito fondamentale per lavorare in Inghilterra e in tutto il Regno Unito..

Dall’ inizio della Brexit, nel caso non possedessi il settled status o il pre settle status, è fondamentale pagare anche la cosiddetta Immigration Health Surcharge.

Dopo aver pagato questa tassa eccedente per la sanità inglese è possibile utilizzare l’NHS gratuitamente.

Alcune prestazioni come le prescrizioni, il dentista e la visita oculistica, non sono comprese tra i servizi gratuiti.

QUALI SONO I DOCUMENTI NECESSARI PER LAVORARE IN INGHILTERRA

Per lavorare in Inghilterra dopo la brexit è necessario possedere i seguenti documenti:

  • National Insurance Number (NIN)
  • Contratto di affitto
  • Conto bancario in Inghilterra
  • Visto (varia in base alla ragione per cui vuoi vivere , viaggiare o lavorare in Inghilterra)
  • Iscrizione all’AIRE

In questo articolo parlo nel dettaglio, passo dopo passo, per ottenere tutti questi documenti.

COME TROVARE LAVORO IN INGHILTERRA

Per trovare lavoro in Inghilterra è necessario innanzitutto, comprendere se questa posizione può o meno sponsorizzare il vostro Visto.

Dato che non tutte le aziende sono in grado di fare ciò, è importante monitorare ciò come primo obiettivo.

Successivamente potete trovare lavoro tramite le migliori piattaforme per la ricerca lavoro: LinkedIn, Reed.co.uk, Indeed.uk, NHS Jobs o direttamente il sito dell’azienda interessata.

In linea generale, le aziende più grandi potrebbero potenzialmente prevedere la possibilità di sponsorizzare il vostro visto.

NHS Jobs è il sito dove potete trovare tutte le proposte di lavoro per lavorare specificamente nel settore sanitario inglese.

CONCLUSIONE

lavorare in inghilterra

Spero di aver scritto una guida esaustiva sul come lavorare in UK dopo la brexit.

Avete bisogno di aiuto per la creazione di CV e Cover Letter lavorativi in Inglese, di consulenza lavorativa e career coaching?

Vi raccomando di dare un occhiata ai nostri servizi, offerti nella sezione Servizi di questo blog.

Lavorare in Inghilterra è tutt’ora una grande opportunità per molti italiani ed europei.

Tuttavia, è una scelta molto più costosa, rispetto al recente passato.

Come è stata la vostra esperienza di trasferimento per lavoro in Regno Unito? Quale è stata la vostra esperienza con l’iter burocratico?

Raccontatecelo nei commenti.

ARTICOLI CORRELATI

Cambiare mestiere per lavorare online nel 2022 – E’ possibile?

Come ottenere un IBAN italiano con N26 e altre banche

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Vivere all’estero – Top 8 Paesi in cui vivere

Vivere all’estero – Top 8 Paesi in cui vivere

INTRODUZIONE

Se stai cercando un nuovo posto dove vivere all’estero, potresti voler considerare uno di questi 8 top paesi!

Ognuna di queste nazioni è stata classificata in base all’accessibilità economica, alla qualità della vita e alla facilità di adattamento.

Quindi, che tu sia uno studente alla ricerca di un posto economico per studiare, un lavoratore alla ricerca di una vita di alta qualità, o un viaggiatore che cerca di adattarsi facilmente a un nuovo ambiente, qui troverai quello che stai cercando.

Qui di seguito, parleremo in maggior dettaglio di questi paesi!

QUALI SONO GLI 8 MIGLIORI PAESI IN CUI VIVERE?

1) Norvegia

La Norvegia è una nazione prospera con un’alta qualità di vita.

È un posto eccellente per vivere per i lavoratori, poiché offre una buona economia e salari elevati.

Lo stipendio medio è di 61.000 dollari USA.

La Norvegia è anche un ottimo posto per gli studenti, dato che le sue università sono di fama mondiale.

Inoltre, la Norvegia offre un’alta qualità di vita, con un’eccellente assistenza sanitaria e prestazioni sociali.

Insomma, è un ottima alternativa dove vivere all’estero.

2) Svizzera

vivere all'estero

La Svizzera è un altro paese prospero con un’alta qualità di vita.

Offre eccellenti opportunità di lavoro e una forte economia.

La svizzera è divisa nello specifico in 3 parti, dove praticamente la lingua parlata è rispettivamente il tedesco, l’italiano e il francese.

E’ un ottimo posto per gli studenti, dato che le sue università sono rinomate in tutto il mondo.

Sia per gli europei, che per gli studenti/ lavoratori internazionali è richiesto il visto per lavorare in questa nazione.

Lo stipendio medio in Svizzera è di 115 000 dollari, ma varia molto in base alla città dove vivi.

Il costo della vita d’altra parte è alto, con un affitto medio di circa 1.500 dollari al mese.

Tuttavia, la qualità della vita e le opportunità di fare carriera e vivere in Svizzera fanno sì che ne valga la pena.

3) Australia

L’Australia è un paese eccellente in cui vivere, offrendo una grande qualità di vita e molte opportunità per lavoratori e studenti.

E’ importante notare che frequentare le sue università costa.

Il governo fornisce un buon finanziamento per l’istruzione, ma questo denaro non copre l’intero costo delle tasse universitarie.

Gli studenti dovranno fare un budget appropriato per assicurarsi di potersi permettere di vivere e studiare in Australia.

Il cambio di ora legale può anche essere un altro settore molto sentito, soprattutto per mantenere i contatti con la nostra famiglia in Italia.

Inoltre, l’Australia offre una vasta gamma di opportunità di lavoro e di carriera per coloro che vogliono lavorare.

Lo stipendio medio in Australia è di £63.000 dollari.

Questo lo rende un ottimo posto per lavorare e guadagnarsi da vivere.

4) La Danimarca

E’ stata proclamata dalle Nazioni Unite uno dei migliori paesi al mondo in cui vivere.

Questo è dovuto alla sua alta qualità di vita, alle eccellenti opportunità di lavoro e alla forte economia.

È un ottimo posto anche per gli studenti, dato che le sue università sono rinomate in tutto il mondo.

Lo stipendio medio di un lavoratore in Danimarca è di 75.000 dollari.

5) Il Regno Unito

dove vivere all'estero

E’ un ottimo posto per vivere, con un’alta qualità della vita e molte opportunità per lavoratori e studenti.

Il Regno Unito ha un’economia forte e offre molte opportunità di lavoro eccellenti.

Inoltre, il Regno Unito ha università di livello mondiale (Oxford e Cambridge sono solo pochi degli esempi), il che lo rende un ottimo posto dove vivere per gli studenti.

Tuttavia, il costo per studiare in Regno Unito è aumentato molto per gli studenti internazionali da quando c’è la Brexit.

Lo stipendio medio in Inghilterra è di 71.000 dollari, che varia in base alla città e al lavoro svolto.

Gli stipendi tuttavia, sono in media tra i più alti in europa. Il costo della vita è però, anche molto alto.

6) La Germania

E’ un altro eccellente paese in cui considerare di vivere.

Offre un’alta qualità di vita, buone opportunità di lavoro e una forte economia.

Il costo della vita in Germania è relativamente alto rispetto ad altri paesi, ma varia.

Per esempio, a Berlino contro Amburgo, il costo della vita è più alto ad Amburgo. Tuttavia, il costo della vita a Monaco è più basso di entrambe queste città.

Quindi, nel complesso, il costo della vita in Germania è relativamente alto, ma ci sono alcune aree in cui è più economico di altre.

La Germania è anche un ottimo posto per gli studenti, dato che le sue università sono di fama mondiale.

Lo stipendio medio in Germania è di 50.000 dollari. Questo varia in base alla città in cui si vive.

7) Gli Stati Uniti

vivere all'estero

Sono un ottimo posto dove vivere, con molte opportunità per lavoratori e studenti.

Gli Stati Uniti hanno un’economia forte e offrono molte opportunità di lavoro eccellenti e molto ben pagate.

Inoltre, gli Stati Uniti hanno università di livello mondiale (Harvard, Yale, ecc.), il che li rende un ottimo posto dove vivere per gli studenti.

Tuttavia, il costo per studiare è enorme e costringe molti studenti a fare mutui per pagarli.

Non è raro che molti studenti ripagano questi mutuo anche dopo molti anni dopo aver iniziato a lavorare.

Il sistema sanitario degli Stati Uniti è anche un imbroglio, poiché è uno dei più costosi al mondo.

Inoltre, è spesso difficile trovare un’assistenza sanitaria di alta qualità e accessibile a tutte le tasche.

Lo stipendio medio negli Stati Uniti è di £56.000 dollari.

Questo varia molto in base alla città in cui vivi e al tuo livello di istruzione.

Anche in USA come per il Canada e l’Australia il cambio orario è un fattore limitante per restare in contatto con familiari e amici in Italia.

8) Canada

E’ un altro eccellente paese in cui considerare di vivere all’estero.

Offre un’alta qualità di vita, buone opportunità di lavoro e una forte economia.

A differenza degli Stati Uniti, l’assistenza sanitaria in Canada è accessibile e facile da trovare.

Inoltre, il costo della vita in Canada è relativamente basso rispetto agli Stati Uniti.

Il Canada è noto per molte cose: le sue bellezze naturali, le persone che lavorano sodo e i vicini amichevoli.

È stato anche valutato come uno dei migliori paesi al mondo in cui vivere sia da U.S. News World.

Il clima purtroppo è abbastanza freddo, soprattutto in inverno.

Anche qui il cambio di ora legale è molto sentito per restare in contatto con familiari e amici in Italia

Lo stipendio medio nel 2021 in Canada era di circa £65 mila dollari.

CONCLUSIONE – Vivere all’estero

vivere all'estero

Nel complesso, questi sono i dieci migliori paesi in cui vivere all’estero, se stai cercando una grande qualità della vita, buone opportunità di lavoro e una forte economia.

Insomma, tieni presente che il costo della vita varia molto da paese a paese.

Non stupitevi solo degli stipendi guadagnati in un certo paese.

Assicurati di fare ricerche sul costo della vita nel paese che ti interessa prima di prendere qualsiasi decisione!

Un applicazione che mi ha, personalmente aiutato per comprendere il costo della vita al netto dello stipendio, si chiama NIMBEO.

Quindi fai la tua ricerca prima di prendere qualsiasi decisione!

 

Avete bisogno di aiuto per la creazione di CV e Cover Letter lavorativi in Inglese, di consulenza lavorativa e career coaching?

Vi raccomando di dare un occhiata ai nostri servizi, offerti nella sezione Servizi di questo blog.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Vivere e lavorare a Londra – Le top 5 opportunità lavorative

Vivere e lavorare a Londra – Le top 5 opportunità lavorative

INTRODUZIONE

Vivere e lavorare a Londra è un opportunità che raccomando a molti Italiani.

E ‘una città vibrante e dove non ti annoierai mai.

Una città piena di vita, servizi, lavoro, etnie, eventi e cultura

Se stai cercando una nuova sfida o vuoi iniziare la tua carriera in una delle città più influenti del mondo, allora Londra è il posto giusto per te!

In questo articolo, daremo un’occhiata ad alcuni dei migliori lavori a Londra e a quello che devi fare per ottenerli.

Quindi, che tu stia già vivendo a Londra o che tu stia pensando di trasferirti qui a breve, continua a leggere per avere alcuni ottimi consigli per la tua carriera!

L’economia del Regno Unito è in pieno boom in questo momento, e non è una sorpresa che Londra abbia alcuni dei migliori posti di lavoro in Europa.

Infatti, secondo il Financial Times le previsioni degli analisti di ricerca indicano un tasso medio di crescita annuale del due per cento nei cinque anni dal 2020-25.

Più alto di qualsiasi altro paese europeo tranne la Germania.

Cosa significa questo?

Fondamentalmente: se vuoi una grande opportunità di carriera con un sacco di spazio per l’avanzamento (e una paga eccellente), vivere a Londra potrebbe essere proprio quello che stai cercando!

Vivere a Londra offre molti vantaggi oltre ad avere accesso ad alcune fantastiche opportunità di lavoro – non ultimo il fatto di poter godere di tutto ciò che questa città ha da offrire.

Perché vivere a Londra?

Londra è una città con una ricca storia, il che significa che ci sono molte imprese e industrie con sede qui

Per esempio: il settore dei servizi finanziari rappresenta più del 25% dell’economia di Londra!

Questo significa che se vuoi iniziare la tua attività in uno di questi campi, allora Londra potrebbe essere il luogo ideale per farlo.

Oltre ad avere accesso a grandi opportunità di lavoro, Londra è anche una città con una ricca vita sociale e culturale.

Ci sono sempre nuove cose da fare e da vedere, e la città ospita persone da tutto il mondo.

Questo rende Londra un posto culturalmente vario ed eccitante in cui vivere.

Vivere a Londra – I 5 lavori più richiesti

vivere a londra

Allora, quali sono i lavori migliori a Londra? Ecco una lista di cinque delle posizioni più richieste e meglio pagate:

1. Banchiere d’investimento

Questo lavoro offre grandi opportunità di crescita e di avanzamento, così come una paga e dei benefici eccellenti. Un broker a Londra porta a casa uno stipendio medio di 100.000 sterline all’anno, e il mercato del lavoro è in piena espansione. Se stai cercando una grande opportunità di carriera con un sacco di spazio per l’avanzamento (e una paga eccellente), vivere a Londra potrebbe essere proprio quello che stai cercando!

2. Avvocato aziendale

Londra è sede di alcuni degli studi legali più prestigiosi del mondo e gli avvocati aziendali sono sempre molto richiesti.

Gli stipendi per gli avvocati aziendali partono da circa 50.000 sterline all’anno e possono salire

3. Consulente di gestione

I consulenti di gestione sono molto richiesti in tutto il mondo, e Londra non fa eccezione

Infatti, questo può essere uno dei migliori lavori da avere a Londra in questo momento – con uno stipendio medio di 75.000 sterline all’anno e molte opportunità di avanzamento, non c’è da meravigliarsi che le posizioni di consulente di gestione siano così ambite.

4. Specialista IT

Gli specialisti IT sono sempre molto richiesti, e con la Brexit all’orizzonte, molte aziende stanno cercando di assumere professionisti IT che abbiano esperienza di lavoro in un ambiente transfrontaliero

Gli stipendi degli specialisti IT partono da circa 35.000 sterline all’anno e possono arrivare a 75.000 sterline o più.

I settori IT più richiesti sono gli ingegneri di rete, gli amministratori di sistema e gli sviluppatori di software.

5. Dirigente senior

I dirigenti senior sono sempre molto richiesti, e con la Brexit all’orizzonte, molte aziende stanno cercando di assumere dirigenti senior che abbiano esperienza di lavoro in un ambiente transfrontaliero

Gli stipendi per i dirigenti senior partono da circa 75 mila sterline all’anno e possono arrivare a 200 mila sterline o più.

Vivere a Londra: L’importanza di conoscere la lingua inglese 

imparare l'inglese

Se vuoi lavorare in uno di questi lavori molto richiesti a Londra, è essenziale che tu abbia una buona comprensione della lingua inglese.

Molte aziende richiedono che i loro dipendenti siano abili in inglese, e senza una forte conoscenza della lingua inglese, sarà difficile per te competere per i lavori migliori.

Vivere e Trovare lavoro a Londra dopo la Brexit

Trovare lavoro a Londra dopo la Brexit può essere un compito difficile.

Con tanta incertezza nell’aria, molte aziende sono riluttanti ad assumere nuovi dipendenti.

Tuttavia, se sei qualificato e hai le giuste competenze, ci sono ancora molte opportunità disponibili.

Il modo migliore per trovare lavoro a Londra dopo la Brexit è quello di fare rete con le persone del tuo settore.

Partecipa agli eventi del settore e ai meetup, e connettiti con le persone su LinkedIn e altre piattaforme di social media.

Non si sa mai chi potrebbe essere in grado di aiutarti a trovare il tuo prossimo lavoro.

Un altro modo per trovare lavoro a Londra dopo la Brexit è controllare le bacheche e i siti web di annunci.

Se stai cercando un lavoro a Londra dopo la Brexit, è importante fare la tua ricerca e identificare le aziende che stanno assumendo e offrono la sponsorizzazione.

Questo ti permette di bypassare il solito processo di assunzione e può aumentare le tue possibilità di ottenere un lavoro.

Ci sono molti siti web che elencano lavori sponsorizzati a Londra. Alcuni dei migliori da controllare sono:

1. Indeed

2. Reed.co.uk

3. Glassdoor

CONCLUSIONE

vivere a Londra

Ora che sei a conoscenza dei lavori più richiesti a Londra, è importante assicurarsi di avere le competenze e le qualifiche necessarie per competere per queste posizioni.

Assicurati di rimanere aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie del settore, e investi nella tua istruzione e formazione in modo da essere preparato per qualsiasi cosa venga dopo.

In questa lista vi ho svelato i 5 lavori più richiesti a Londra, ma la lista continua con molte opportunità nel settore sanitario ed educativo.

Spero che questo articolo sia stato utile a tutti voi. Quale è stata la vostra esperienza lavorativa a Londra? Sono curioso di leggere i vostri commenti

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Italiani in America – Un fotografo pugliese al CES 2022 a Las Vegas

Italiani in America – Un fotografo pugliese al CES 2022 a Las Vegas

INTRODUZIONE

italiani in america

(Intervista ad uno degli Italiani in America che rappresentano l’Italia al CES)

In questo articolo vi parlerò di un pugliese, adelfiese nello specifico. Uno tra italiani in America che è andato in veste di fotografo per collaborare per un noto business emergente pugliese, chiamato HRCoffee.

Avere l’opportunità di essere parte del CES 2022, come staff member, non è solo un evento singolare, che dura circa 4 giorni, ma ha dato lui la possibilità di fare esperienza di vita in Las Vegas e New York.

Sto parlando di Nunzio Santoro, un noto fotografo pugliese, professionista di soli 30 anni, che oggi intervisterò per condividere la sua esperienza di vita all’estero.

Grazie Nunzio per aver accettato, di rispondere a questa intervista. Potete trovarlo su Instagram e seguirlo su questo link.

“Ciao Nunzio, innanzitutto, come hai avuto l’onore e la fortuna di partecipare ad un evento così importante come il CES 2022?”

ces 2022

Ho avuto il piacere e la fortuna di partecipare a questo evento mondiale grazie ad una startup pugliese (una tra le 44 startup italiane presenti in fiera) che mi ha affidato il compito di raccontare, attraverso la fotografia e il racconto video, questa esperienza.

“Vuoi spiegare in sintesi cose è questo evento a chi non lo conosce? e come ti ha influenzato il fuso orario?”

Il CES è l’acronimo di “Spettacolo internazionale di elettronica di consumo”, ovvero è un show dove vivi e provi letteralmente il futuro.

Vengono esposte tecnologie di vario genere e ambito, che spazia dall’intrattenimento alla medicina passando per la domotica ai robot umanoidi.

La fiera è divisa in varie macro aree, ogni padiglione ospita centinaia di aziende e startup.

Quest anno causa covid alcuni grandi nomi come Amazon, Google, Meta non erano presenti ma altri come Sony, Lg e Samsung c’erano.

Dopo lo stop dell’anno scorso si è ritornati in presenza e l’America ha dato l’esempio che un evento dalla portata mondiale, con i giusti accorgimenti e prevenzioni, si può realizzare.

Il viaggio è stato abbastanza lungo, da Bari abbiamo preso l’aereo per Roma e li ne abbiamo preso un altro per New York.

Una volta a New York abbiamo subito il primo fuso orario, ovvero sei ore in meno rispetto all’orario italiano e una volta li l’orologio è tornato di tre ore ancora indietro appena siamo atterrati a Las Vegas.

Il tutto si è risolto in uno/due giorni. All’andata c’è sempre l’adrenalina che ti tiene sveglio il più possibile; il problema è il ritorno. (ride)

italiani in america

“Da italiano in America, come è stato vivere questo evento? Le dinamiche di lavorare in un ambiente diverso da quello italiano?”

Da persona molto “nerd” è stato come andare in vacanza al Paese dei Balocchi.

Ho vissuto l’intero evento in continua meraviglia; ovunque ti giravi trovavi una novità, un’innovazione e avevo una fame di curiosità che non mi era mai capitata prima d’ora.

Ho camminato in cinque giorni quasi centoventi chilometri e non mi sono mai sentito stanco, avevo sempre voglia di scoprire e mi sentivo in dovere di far vedere (attraverso foto e video) alle persone in Italia ciò che stavo vedendo e provando io. Spero di esserci riuscito.

“Come è Las Vegas? Che sensazioni ti ha dato essere uno degli italiani in America? “

Las Vegas per me è la Walt Disney degli adulti. Ci sono i più grandi Hotel del mondo con all’interno i più grandi casinò.

Ogni Hotel è basato su un tema, sulla Las Vegas boulevard (via principale della città) puoi trovare letteralmente l’antica Roma, i canali di Venezia, la Tour Eiffel, la Statua della Libertà e altri monumenti storici mondiali.

Las Vegas è una città che non dorme mai, capita molto spesso di perdere il senso del tempo.

Da italiano mi sono sentito quasi a casa; nel senso che non solo a Las Vegas ma anche a New York ho ritrovato un po’ di Italia ovunque.

Ho trovato parecchi italiani li a lavorare, soprattutto per quanto riguarda il cibo. Poi trovi le grandi griffe italiane dappertutto e capisci che l’Italia all’estero è molto apprezzata e questo ci dovrebbe far riflettere.

“Cosa si possono aspettare di trovare prevalentemente a Las Vegas? Quali opportunità pensi che offre?”

Casinò. A Las Vegas trovi ad ogni angolo dei casinò. E’ una città che vive prevalentemente di questo.

Ci sono dei veri e propri pellegrinaggi di americani e non solo che puntualmente almeno una volta l’anno vanno a “buttare” i loro soldi e risparmi li.

E’ una città che offre di conseguenza altri svaghi come i vari nightclub, strip club, show di vario genere. Fa sorridere che nella “città del peccato” si realizzi ogni anno una fiera della tecnologia.

“Mi hai menzionato della grande presenza dei Casino in questa città?” Come pensi abbia influenzato gli abitanti di questa città?

Per gli abitanti e soprattutto per gli Hotel che li possiedono, i casinò sono delle galline dalle uova d’oro.

Negli anni grazie a questi introiti la città sta crescendo sempre più e sempre più hotel extra lusso si stanno costruendo.

Non ci dimentichiamo che Las Vegas si trova in mezzo al deserto del Nevada e l’unica maniera per far vivere queste città (Dubai è un altro esempio) è quella di dar ai turisti qualcosa che nelle altre città non possono trovare.

italiani a las vegas

“Hai avuto anche l’opportunità di vedere New York. Hai altre esperienze e impressioni che vorresti condividere?”

A New York purtroppo sono stato mezza giornata ma è bastata per farmi una idea.

Anche in questo caso quando sono salito dai scalini della metropolitana sono rimasto a bocca aperta.

Ho visto una New York in una veste quasi inedita, di domenica mattina con la neve e con il problema del covid.

Una città quasi deserta. Sono riuscito a percorre quasi tutta Manhattan a piedi e ho visto le principali attrazioni da Central Park a Wall Street.

Il luogo però dove ti fermi e hai una strana sensazione è a Ground Zero. Qui ti viene la “pelle d’oca”, non si può raccontare a parole ma bisognerebbe andarci per capire.

Per quel poco che ho visto e assaporato ho avuto l’impressione che New York a mio parere è una città che ti può far vivere il cosiddetto “sogno americano”.   italiani a new york

“Tu sei un bravissimo fotografo in puglia. Hai costruito, sin da piccolo la tua professionalità e conoscenza e hai lavorato con grosse realtà aziendali.

Ho personalmente avuto l’onore di essere testimone di tutto questo.”

E’ una passione che si è alimentata negli anni soprattutto con l’incontro di persone che hanno creduto in me e mi hanno aiutato a crescere.

La strada è ancora molto lunga ma sicuramente in salita. Mi auguro di poter vivere ancora tante avventure in giro per il mondo e di poter continuare a raccontare storie attraverso l’uso della fotografia e del video.

fotografo bari

Cosa ti sentiresti di dire ai giovani che vorrebbero intraprendere la stessa carriera in Italia o in America?”

L’unico consiglio che posso dare ai giovani è quello di buttarsi, di sperimentare, di coinvolgere e lasciarsi coinvolgere.

“Dove possiamo cercarti per richiedere i tuoi servizi?”

In attesa della costruzione di un sito è possibile contattarmi tramite mail nunziosan911@gmail.com o nei social come Facebook e Instagram

CONCLUSIONE

italiani in america

Ti ringrazio Nunzio Santoro per avermi dato l’opportunità di intervistarti e il permesso per condividere le foto e video dell’evento.

E’ stato molto interessante ascoltare la tua esperienza. Penso possa essere molto utile, conoscere l’esperienza di uno tra gli italiani in America, per aiutarci a comprendere meglio cosa aspettarsi quando ci si vuole viaggiare / vivere / lavorare a Las Vegas e New York.

Mi piace condividere esperienze reali e che possono ispirare il prossimo.

Quali sono state le vostre esperienze in America? Condividetele con noi! Se avete una esperienza che vorreste raccontare al pubblico di questo blog, contattatemi tramite il from di contatti nel mio blog. Vi risponderò al più presto.

Per vedere più in dettaglio le foto e i video di questa esperienza, scattate e riprese da Nunzio Santoro, puoi seguire i 3 link successivi:

Questo è il video in timeshift di tutta la fiera:
 Album della fiera: Fotografo Nunzio Santoro:
Album di Las Vegas e New York di Nunzio Santoro (Italiani in America):

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail